Comunicato Stampa 8 agosto 179

Gentile collega,
Dalla stampa locale e dai social ho appurato di un atto di violenza perpetrato nei confronti di un Collega anziano, mentre si apprestava ad effettuare un'esecuzione mobiliare.
L'uso della violenza deve essere sempre stigmatizzato; ciò è ancora più vero quando la violenza è utilizzata per ostacolare l'esercizio di un diritto altrui.
La tutela dei diritti, attuabile solo tramite l'Avvocato e l'esercizio della Sua funzione difensiva, è un principio cardine del sistema democratico.
Massima solidarietà, da parte di tutto il Consiglio dell'Ordine degli Avvocati di Cassino, al Collega vittima di tale spiacevole episodio.
Peraltro, Egli nello specifico agiva anche come Avvocato di se stesso.
La funzione dell'Avvocato non può tollerare violenza né fisica né verbale.
Senza voler fare nessun processo mediatico, colgo l'occasione per rimarcare nuovamente che l'Avvocato è l'ultimo baluardo per la tutela dei diritti di ognuno, anche degli ultimi e dei più disperati.
L'obbligo di difesa tecnica e l'onore della funzione difensiva non devono giammai essere confusi con i fatti imputabili alle parti.
Purtroppo ciò avviene di frequente, soprattutto nel settore penale, dove si confonde l'idea di giustizia con quella di vendetta sommaria.
Soprattutto agli Avvocati compete l'obbligo di risvegliare le coscienze e rivendicare l'attuazione di uno Stato di diritto.

Il presidente dell'Ordine degli Avvocati di Cassino
Avvocato Gianluca Giannichedda